Fecondazione assistita in Slovenia

È trascorso ormai qualche anno da quando la legge in Italia ha consentito una maggiore apertura verso i trattamenti di fecondazione assistita, eppure, sono ancora molti gli italiani che "migrano" all'estero in cerca del sogno di avere un bambino. La fecondazione assistita in Slovenia è piuttosto in voga ultimamente. Sappiamo bene come le leggi dei paesi dell'Est Europa, siano molto più permissive, rispetto a quelle presenti nella Comunità Europea, tuttavia, sembra che qualcosa stia cambiando.

Nonostante i trattamenti di fecondazione in Slovenia siano sempre andati bene, negli ultimi anni si è registrata una migrazione verso la Repubblica Ceca, che andiamo subito a spiegare. I centri PMA in Slovenia sono molto avanzati, eppure, sembra da ciò che affermano diversi istituti di ricerca internazionali, che le cliniche ceche presentino probabilità di successo maggiori. Allora perché non tentare? Questo è quello che molte coppie devono essersi chiesto dopo aver visto i dati.

Cosa si può fare e cosa no

La PMA in Slovenia è consentita sia alle coppie sposate che alle donne single. Non è consentito, invece, l’utero in affitto. Oltre alle percentuali di successo, ciò che ha imposto qualche limite in più al paese, sono state anche alcune leggi, che vietano, ad esempio, agli omosessuali, di sottoporsi a questi trattamenti. Chi cerca un trattamento di fecondazione eterologa in Slovenia, spesso si è rivolto alle cliniche che si trovano in prossimità delle università di Lubiana.

L’ago della bilancia, ha fatto pendere la preferenza verso la Repubblica Ceca, perché è risaputo che l’ovodonazione in Slovenia non è consentita. O meglio, è permessa la donazione degli spermatozoi, ma non quella degli ovociti, proprio come in Austria e in Svizzera. Questo trattamento, invece, è disponibile in Repubblica Ceca, dove la maggior parte delle persone che vi si sono recate, parlano della grande gentilezza del personale, sempre attento anche alla salute del feto, oltre che a quella dei futuri genitori.

Il prezzo da pagare

I costi in Slovenia, sono più bassi rispetto all’Italia, ma come detto anche nel paragrafo precedente, non sono questi i limiti maggiori e le difficoltà che gli italiani hanno dovuto fronteggiare. Moltissimi centri sloveni si sono ben attrezzati per ricevere un flusso sempre più costante di persone in cerca di un trattamento di fecondazione assistita, tuttavia, qualche legge di troppo, ha frenato la migrazione di massa.

La legge ceca, invece, consente l’accesso alle tecniche di fecondazione assistita, oltre che alle coppie eterosessuali infertili, sposate o semplicemente conviventi, anche alle donne single. Inoltre, è consentita anche la donazione di embrioni, spermatozoi e ovociti, oltre alla classica fecondazione eterologa. La donazione è completamente gratuita. Infine, gli embrioni congelati, ossia quelli non utilizzati, possono essere conservati senza limitazione di tempo.

Perché eseguire il trattamento in Repubblica Ceca?

Ci sono tanti benefici, che la clinica REPROMEDA Biology Park può offire.
Si usano le tecniche di ultima generazione, prezzi sono molto più competitivi e non ci sono le restrizioni legislative come in Italia. A stesso momento la clinica è stata votata come il centro migliore in Europa.

Vorrei altre informazioni